IPOTIROIDISMO: I broccoli e la soia rallentano davvero il metabolismo?


Molte persone credono che mangiare broccoli e soia sia sano, mentre, leggendo in giro, sembra che questi alimenti possono rallentare il metabolismo e influire negativamente sulla funzione tiroidea.


La rivista "Oprah" sostiene che cibi come i broccoli, i semi di soia, i cavolfiori, i cavolini di Bruxelles ed il cavolo contengono GOITROGENI, sostanze che rallentano la produzione di ormoni tiroidei.

goitrogeni sono antinutrienti (sostanze naturali o di sintesi che interferiscono con l'assorbimento dei nutrienti) che inibiscono la funzione della tiroide interferendo con il metabolismo dello iodio, cosa che può comportare ipotiroidismo e aumento di volume della tiroide (gozzo).
Il base al meccanismo di azione possono essere classificati in due gruppi:
  • Sostanze che inibiscono l'assorbimento dello iodio nella ghiandola tiroidea
  • Sostanze che inibiscono la formazione di composti di iodio organico
da Wikipedia



Quindi...qual'è la verità?

Ci sono molti altri fattori da considerare prima di cancellare queste verdure dalla lista della spesa.
La tiroide è una ghiandola a forma di farfalla che si trova alla base del collo, appena sopra la clavicola. Anche se la sua dimensione è piuttosto piccola, la sua funzione è fondamentale.
La tiroide fornisce "carburante metabolico" per ogni cellula del nostro corpo e svolge un ruolo chiave quando si tratta di perdere grasso.


Quando si soffre di tiroide bassa (ipotiroidismo), tutto rallenta. Le persona con ipotiroidismo può sentirsi stanca, gonfio, e soffrire di stitichezza. La pelle è secca ed i capelli cadono.





Secondo il Dipartimento dei Servizi Sanitari e Sociali degli Stati Uniti, quasi il 5% degli americani di 12 anni e tra i più anziani soffrono di ipotiroidismo.
Ci sono diverse cause scatenanti: si stima che quasi il 90% dei casi sono dovute alla malattia di Hashimoto, una malattia autoimmune che causa una infiammazione cronica della tiroide (cioè il sistema immunitario attacca la tiroide).

Ipotiroidismo e Nutrizione

Dicevo prima che, secondo ciò che si legge in giro, broccoli e soia possono "spegnere" la funzionalità della tiroide.
Non è proprio esatto...
Verdure come broccoli e cavolini di Bruxelles, così come la soia, la colza e pochi altri alimenti contengono composti chiamati "goitrogeni" che bloccano l'assorbimento dello iodio da parte della tiroide. E si sa che lo iodio è un minerale essenziale per la tiroide...


La buona notizia è, a meno che non si soffra di qualche disturbo, che mangiare queste verdure non causerà alcuna sofferenza o variazione degne di nota.
Secondo il Dott.David Katz, se si ottiene un'adeguata quantità di iodio dalla dieta (molti di noi usano per esempio sale iodato in cucina) i goitrogeni hanno alcun effetto evidente.
Inoltre il Dott.Krause sostiene nel libro "La terapia alimentare, nutrizione e dieta," che la cottura e/o il riscaldamento/cottura a vapore di queste verdure inibisce i goitrogeni.

Coloro che soffrono di un'alterata funzione della tiroide saranno sicuramente più vulnerabili agli effetti dei goitrogeni, e potrebbero quindi trasformare una semplice disfunzione in ipotiroidismo conclamato.

Se avete il sospetto di soffrire di qualche disturbo della tiroide, vorrei incoraggiarvi a consultare il vostro medico curante, che potrà esaurire qualsiasi dubbio con un semplice esame del sangue, e di conseguenza consigliarvi le cure più opportune.

Nessun commento:

Posta un commento

"Un viaggio di mille miglia comincia sempre con un primo passo" - Lao Tzu -

NOVITA'

Se volete approfondire tutti gli argomenti sull'utilizzo pù efficace ed efficiente degli integratori, date un'occhiata al mio NUOVO BLOG: integratoriefficienti.blogspot.it