Il caffè - Alcuni miti da sfatare



Il caffè è una delle bevande più popolari al mondo. 
E' diventata un alimento quasi fondamentale di mattina per la nostra colazione perchè contribuisce a tenerci svegli a lungo, mantenendo alta la concentrazione anche quando abbiamo molte cose da fare. 

Ci sono opinioni discordanti sul caffè,  se doverlo o meno inserire nella nostra dieta, e sono stati fatti diversi studi in merito. 
Alcuni sostengono che non faccia male; altri dicono che è utile ed altri ancora sostengono che può causare dei problemi di vario genere. 
Molti degli argomenti contro il caffè sono sbagliati perchè spesso si basano su teorie per lo meno azzardate, prive di sostegno scientifico: noi europei, per esempio,  ne risultiamo spesso intolleranti (in uno dei futuri post vi spiegherò da dove nasce l'intolleranza al caffè...) o associamo al caffè i problemi di nervosismo, di insonnia o anche di acidità di stomaco.

Nonostante sia spesso sconsigliato a favore di diretti concorrenti come le bevande a base di teina, non è propriamente vero che sia soltanto dannoso: al contrario, è dotato di alcune proprietà interessanti e degne di nota.


INFORMAZIONI NUTRIZIONALI 
Energia2 kcal
Acqua97.8 g
Vitamina A, Retinolo attività equivalenti0 RAE
Carboidrati0 g
Fibre0 g
Lipidi totali (grassi)0.18 g
Zuccheri, totali0 g
Grassi saturi, totali0.092 g
Acidi grassi monoinsaturi totali0 g
Proteine0.12 g
Acidi grassi polinsaturi, totali0.092 g
Colesterolo0 mg
Calcio2 mg
Ferro0.13 mg
Fosforo7 mg
Potassio115 mg
Sodio14 mg
Zinco0.05 mg
Vitamina E (alfa-tocoferolo)0.01 mg
Vitamina C, acido ascorbico0.2 mg
Tiamina, vitamina B10.001 mg
Riboflavina, vitamina B20.177 mg
Alcool, etanolo0 g
Niacina, vitamina B3 o PP5.207 mg
Piridossina, vitamina B60.002 mg
Folati, totali1 mcg
Parte edibile100%
Fonte: http://community.my-personaltrainer.it




Il pensiero di stampo più classico da collegare al caffè è facilmente intuibile: ci troviamo di fronte ad una massiccia dose di caffeina, la quale propone un corposo effetto rinvigorente che accompagna le giornate lavorative di milioni di persone in tutto il mondo.
Tale elemento ha anche un discreto effetto sulla sfera emotiva del soggetto: assumere in modo equilibrato e protratto nel tempo dosi di caffè garantisce un incentivo al miglioramento del proprio umore, sebbene a volte venga confermato l'esatto opposto, dovuto alle proprietà stimolanti insite nel composto stesso.
A livello chimico troviamo numerosi agenti protettivi che isolano il pericolo di contrarre determinate patologie, fra cui è doveroso menzionare il carcinoma endometrio.
Così come accade per il tè, anche qui siamo in presenza di un buon numero di componenti antiossidanti: ciò significa che le persone che vogliono perdere peso possono trarre giovamento da un metabolismo lievemente accellerato.
Inoltre è dimostrato come il caffè risulti essere anche una forma di protezione contro malattie di carattere cronico, fra cui spicca il rapporto coi livelli di insulina ed il diabete di tipo II.
Attenzione che, sempre secondo degli studi affidabili, il caffè è anche un potente diuretico, per cui consiglio di bere sempre un bicchiere d'acqua assieme alla "classica" tazzina da bar.

Ma vediamo di sfatare alcuni miti popolari sul fatto di bere caffè:


Mito 1: Il caffè ti fa sentire stressato
Bere caffè non aumenta i livelli di stress, di ansia e nervosismo.  Il caffè è considerato uno stimolante naturale che può avere anche un effetto rilassante sulla mente; blocca la produzione di adenosina nel corpo che genera un sollievo naturale allo stress.

Mito 2: La caffeina causa l'insonnia
Questo è un mito comune sulla caffeina che non è vero. Quando si beve una tazza di caffè il corpo assorbe quasi istantaneamente la caffeina, ma la elimina anche velocemente. La caffeina viene elaborata attraverso il fegato e quasi la metà di essa può essere "lavata" dal corpo entro 4-5 ore (ed in altre 5 ore quasi il 75%). Non si dovrebbe ricollegare i problemi di insonnia alla caffeina se si consumano solo 2-3 tazzine di caffè al giorno.

Mito 3: Bere caffè causa il cancro

Un altro mito popolare associato al caffè è che berlo regolarmente può causare il cancro. 
Sono state condotte numerose ricerche nel corso degli anni, ma i risultati mostrano che non vi è alcuna connessione tra il consumo di caffè in dose moderata e lo sviluppo del cancro.
Alcuni ricercatori hanno anche scoperto che le persone che bevono giornalmente caffè hanno addirittura un rischio minore di ammalarsi di tumore. Il caffè contiene antiossidanti che contribuiscono anche ad invertire gli effetti dell'invecchiamento e fanno sembrare più giovani rispetto all'età anagrafica.

Mito 4: Il caffè non ha effetti benefici per la salute
Si ritiene che bere caffè non porti a  benefici. Questo non è vero: è stato scoperto dagli scienziati che la pianta contiene utili antiossidanti per la prevenzione delle malattie cardiache oltre che per combattere il cancro. Il consumo regolare di caffè migliora i livelli di concentrazione e di efficienza.

Mito 5: La caffeina crea dipendenza
Le persone che bevono regolarmente caffè dicono che sono dipendenti dalla caffeina perché sentono di non poterne fare a meno. Ma la dipendenza solitamente nasce quando la persona soffre di gravi sintomi in caso di astinenza ed il desiderio di soddisfare tale mancanza porta ad un consumo sempre maggiore con relative complicazioni alla salute (si pensi agli effetti della dipendenza dai farmaci, dal fumo o dalle droghe...).   
Nessun studio nè alcuna ricerca hanno dimostrato che la caffeina genera alcun tipo di dipendenza. 

Mito 6: Il caffè provoca aborto spontaneo, infertilità e basso peso alla nascita
Questo è un altro equivoco sul caffè che non è sostenuto da evidenze scientifiche. 
Non esiste un legame diretto tra il bere caffè e gli aborti spontanei. 
Lo stesso vale per le donne che prendono un caffè regolarmente, e non necessariamente danno alla luce bambini con scarso peso corporeo.  
Non ci sono studi in merito a sostenere questa tesi nemmeno in caso di abuso. 

Mito 7: Bere caffè può causare l'osteoporosi
La scarsità di calcio e vitamina D nella dieta e la mancanza di attività fisica sono la principale causa dell'osteoporosi mentre il consumo di caffè non ha alcun peso. 
Altri fattori contribuiscono all'osteoporosi come la scarsità di massa cellulare magra (muscoli!), il fumo, il basso peso corporeo, la menopausa, una dieta sbilanciata ed eccessivamente ricca di proteine e cibi acidi, ​​e, per le donne, i bassi livelli di estrogeni. Gli studi condotti nel corso degli anni hanno dimostrato che se si consuma giornalmente una quantità moderata di caffè (al massimo 5 tazzine da bar) non c'è alcun rischio di ammalarsi di osteoporosi.


Focus sulla PUBBLICITA' INGANNEVOLE - Denuncia del "Codici" e dell'Antitrust

Prodotti dimagranti troppe bugie. Class action del “Codici”


“Più mangi più dimagrisci”, “Perdi un chilo al giorno”, “Elisir unico al mondo”.

Questi e tanti altri sono i claims utilizzati per reclamizzare le qualità ‘miracolose’ di alcuni prodotti dimagranti. Peccato che nella realtà si tratti di messaggi ingannevoli.
Almeno stando a quanto sostiene il Codici che ha promosso un’azione di classe per risarcire tutti i consumatori caduti nella trappola: l’Antitrust ha accolto la segnalazione del Codici riconoscendo l’ingannevolezza delle pubblicità di molti prodotti dimagranti

L’azione si rivolge nei confronti delle seguenti aziende: Xenalis Ltd, Cento S.r.l., Centum S.p.A. e New Service Media S.r.l. , Cento S.r.l., New Service Media S.r.l., Quadratum SA, Royal Marketing Management SA.

I prodotti in questione sono: Accuslim, Af6 Super Slim, Aha Force 7, Braziol 5, Caloslim XS, Easy to Slim 5, Equibioslim, Kill Kilo, Kilo-Hunter, L.A. Looks Body Wrap, Slim Bool, Slim Effect 24 H, Slim Patch, Slimadvance, Xtra Light, Zactiva, Slim Plus, Soludrena, XantoSlim, Asparagus Lipo, Wakame, Gastrobioring, Extra Goemon, Acero di Sidro, LunaSlim, Bromelina, Ciblaction, CherrySlim, Mincimax.

In più ci sono anche  PRODOTTI TERAPEUTICI: Argan,  Bleuet, Gel Organicsilicium 24H, Glucimol, Gotulitho, Long Life, Maitake, Mirtillo Blu, Noce Amazzonica, Artoflexill compresse, Artoflexill Gel Lenitivo, LipoHeal.

Oggetto della causa le promesse non mantenute:  secondo la pubblicità – spiega l’Associazione – questi prodotti permetterebbero, ad esempio, di sopprimere l’assorbimento delle calorie, polverizzare il grasso in eccesso, ottenere dimagrimenti localizzati in pochissimi giorni, perdere un chilo in 24 ore. 
Tutto ciò “senza rinunce”, “senza dieta, né privazioni”, “dimagrire mangiando”.

La televisione, ma anche internet e i mezzi cartacei, attuano un vero e proprio bombardamento con promesse di dimagrimento veloci ed efficaci – scrive il Codici in una nota – Stiamo parlando delle pubblicità di prodotti “miracolosi”, che permettono ad esempio, di sopprimere l’assorbimento delle calorie, polverizzare il grasso in eccesso, ottenere dimagrimenti localizzati in pochissimi giorni, perdere un chilo in 24 ore”. L’Associazione ha raccolto numerosi esempi di pubblicità palesemente artificiose ed ha inviato una segnalazione  all’Autorità Garante  della Concorrenza e del Mercato, che ha accolto in pieno le contestazioni dell’Associazione, ritenendo le pubblicità ingannevoli.
L’Autorità ha riconosciuto che le informazioni fornite ai consumatori sono ingannevoli già in ragione delle caratteristiche quantitative e temporali  del dimagrimento prospettato per ogni singolo prodotto dimagrante. 

I risultati promessi appaiono privi di fondamento scientifico, in quanto non sembra possibile che i prodotti possano consentire  a qualsiasi soggetto  in sovrappeso di conseguire una perdita di peso di entità elevata (ad es. 1 kg) in tempi brevissimi (ad es. 7 giorni).

La scorrettezza sussiste anche in merito ad affermazioni  del tipo: “senza rinunce”, “senza dieta, né privazioni”, “dimagrire mangiando”. È noto, infatti, che non esiste alcun prodotto che permetta di perdere peso senza seguire un regime alimentare controllato o senza svolgere attività fisica.

“Il Garante dispone la sospensione delle attività di promozione dei prodotti dimagranti segnalati, sia per quanto riguarda la commercializzazione tramite siti internet, che lettere di accompagnamento dei prodotti, invio di mail recanti newsletter – commenta Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale del Codici – Purtroppo le pubblicità ingannevoli sono sempre in agguato, per questo invitiamo i consumatori a contattare l’Associazione in caso di sospetto di informazioni mendaci. 
I cittadini, infatti, hanno tutto il diritto di essere correttamente informati sui prodotti che acquistano, senza essere presi in giro con promesse miracolose che in realtà sono impossibili da realizzare”.

L’Associazione invita tutti i cittadini che hanno acquistato i prodotti citati a rivolgersi al Codici per aderire all’azione di classe ed ottenere i giusti risarcimenti – commenta Carmine Laurenzano, Responsabile Nazionale Ufficio Legale Codici – I comportamenti contestati ai professionisti coinvolti consistono nell’aver veicolato informazioni ingannevoli anche con l’ausilio di immagini e l’utilizzo di una terminologia e di riferimenti scientifici per la promozione dei seguenti prodotti dimagranti e terapeutici”.

Il modulo per aderire all’azione di classe sarà disponibile a breve sul sito www.codici.org, per ulteriori informazioni è possibile contattare lo Sportello Legale Codici al numero 06.5571996 o all’indirizzo e-mail: segreteria.sportello@codici.org.


Focus sulla PUBBLICITA' INGANNEVOLE - Attenzione ai dimagranti pericolosi venduti via internet


Non integratori alimentari, ma veri e propri farmaci e prodotti dimagranti pericolosi venduti via internet: la denuncia viene dal Centro Tutela Consumatori Utenti (CTCU) che, dopo aver acquistato per prova alcuni dimagranti online, sottolinea come i prodotti riescano a varcare le dogane, eludendo le regole sulla sicurezza dei prodotti.

L’associazione ricorda una recente ricerca condotta dall’istituto svizzero per gli agenti terapeutici Swissmedic, che "ha voluto verificare la composizione di alcuni dimagranti vegetali d’importazione posti sotto sequestro. Allo scopo di verificare l’eventuale presenza di sostanze sintetiche e metalli pesanti, ha quindi analizzato 13 campioni di 10 diversi prodotti – ricorda il CTCU in una nota – 

Risultato: più della metà di essi contiene componenti sintetici non dichiarati. 
Secondo Swissmedic si tratta dunque di contraffazioni di medicamenti potenzialmente pericolosi". 
Si tratta di prodotti che vengono inoltre commercializzati come dimagranti naturali e questo rappresenta un inganno per il consumatore, continua l’associazione, che sottolinea come fra i componenti sintetici siano stati individuati anoressizzanti e contaminazioni da metalli pesanti superiori ai valori consentiti.


Il CTCU ha acquistato per prova alcuni dimagranti via internet: i prodotti, sequestrati da Swissmedic ed altri enti esteri preposti al controllo di farmaci, riescono dunque a varcare le frontiere doganali. 

E "nel caso di un prodotto respinto dalla Dogana il produttore – denuncia l’associazione – si era addirittura offerto di rispedire il prodotto impacchettato in modo da non incontrare più ostacoli al momento del controllo doganale". 
L’associazione invita dunque il Governo "ad estendere il sistema comunitario di allerta rapida (RAPEX) ai prodotti alimentari, ai farmaci e agli apparecchi medicali". 
Il RAPEX consente uno scambio rapido di informazioni tra gli Stati e la Commissione europea riguardo alle misure adottate per impedire o limitare la commercializzazione e l’impiego di prodotti che comportano gravi rischi per la salute e la sicurezza dei consumatori.

Focus sulla PUBBLICITA' INGANNEVOLE - Slim Flash e Slim Ice

Altroconsumo segnala all’Antitrust due prodotti dimagranti


Altroconsumo ha denunciato all’Antitrust due prodotti dimagranti per presunta ingannevolezza. 
Le promesse sono note: perdere centimetri di grasso senza alcuno sforzo. Ma, sarà vero? 
Secondo l’Associazione è sempre bene non fidarsi dei messaggi miracolosi, che promettono risultati incredibili e senza fatica. Dimagrire e mantenere i risultati ottenuti è frutto di un impegno costante e duraturo, di nuove abitudini di vita, senza eccessi e senza rinunce particolari.

Ritornando ai prodotti, si tratta di Slim Flash e Slim Ice

    

Il primo si presenta come una cera dimagrante brucia grassi. 
Il consumatore è indotto ad acquistare il prodotto sulla base delle aspettative generate dalla pubblicità: "perdere una taglia in soli 14 giorni"; "uno dei modi più semplici ed efficaci per modellare il corpo"; "i risultati sono immediati", tanto per elencarne alcune. 
Ma gli spot di Slim Flash non fanno riferimento agli unici rimedi sicuri ed efficaci per dimagrire: ridurre le calorie a tavola e fare movimento. Il messaggio, dunque, è anche diseducativo.

Analogo è il caso di un altro prodotto dimagrante che abbiamo segnalato all’Antitrust, Slim Ice, un gel che promette di dimagrire rapidamente grazie al potere brucia grassi del freddo. 
Non viene mai precisata la composizione del prodotto, si sa solo che proviene dal Messico ed "è certificato da un notaio". Lo spot afferma che utilizzando Slim Ice si ottengono risultati sbalorditivi: perdere fino a quattro taglie in 30 minuti. Anche in questo caso non si fa mai riferimento alla necessità di seguire una dieta moderatamente ipocalorica e di fare regolare esercizio fisico.

I 3 Principi per la crescita muscolare


Se non vuoi continuare a nasconderti in una t-shirt sformata e vuoi allenarti per ottenere dei risultati visibili senza ricorrere a scorciatoie assecondando consigli per lo meno bizzarri, prova a mattere in pratica questi miei semplici consigli,  che ritengo alla base della crescita muscolare.


Utilizza esercizi multiarticolari composti ed esercizi di isolamento nella stessa seduta di allenamento


Di base, la maggior parte dei vostri esercizi dovrebbe concentrarsi sempre su movimenti composti con pesi liberi come lo squat, gli stacchi, la panca ecc.
Chi non li sa eseguire in modo corretto (esistono i personal trainer nelle palestre proprio per poterli insegnare in sicurezza...) non sa cosa significa allenarsi!
Questi esercizi permettono un lavoro di rinforzo e vascolarizzazione completo oltre che un'aumento della forza generale; l'aggiunta, al termine della sessione, di un paio di esercizi di isolamento come le croci ai cavi, i curls e le alzate laterali con i manubri, ecc. porterà l'accento su quei muscoli "in ritardo di sviluppo", che riteniamo più deboli o sono più funzionali ad una disciplina atletica.
Spalle e polpacci (ed anche le braccia per certe persone) rispondono molto bene allo stimolo allenante con esercizi di isolamento.
Consiglio pratico: Nell'allenamento delle spalle, io consiglio di eseguire 5-6 ripetizioni pesanti di Military Press come esercizio principale; poi aggiungo altre 12-15 ripetizioni (più lente) di alzate con i cavi per portare ad esaurimento i deltoidi.


Focus sul tempo sotto tensione (TUT)

Certo, se stiamo spostando enormi quantità di peso, per esempio negli allenamenti per la forza massima tipica dei powerlifters, il mantenimento nel tempo di tensione durante la fase eccentrica (fase di ritorno...) non è il nostro obiettivo primario ed è piuttosto difficile.
Ma se si vuole costruire il muscoloed il nostro obiettivo è l'ipertrofia, è necessario sottolineare TUT.
È necessario mantenere i muscoli in tensione tra i 30 ed i 40 secondi per ogni set.
Se si stanno facendo serie di 10 ripetizioni, ciò si traduce in circa quattro secondi per ogni ripetizione.
Si dovrebbe prendere circa un secondo sulla fase concentrica (p.es. il sollevamento) e tre secondi sulla fase eccentrica (il ritorno alla posizione di partenza).
Tecniche avanzate come la serie a scalare, i superset e le negative sono altri modi per aumentare il TUT. Personalmente, non sono tecniche che uso spesso se non con atleti/frequentatori della palestra che hanno già una buona base d'allenamento e in ogni caso non li uso per ogni set in quanto potrebbero causare sovrallenamento.
Consiglio pratico: Per il curl dei bicipiti (brachiali), prendere un secondo per sollevare il peso, contrarre volontariamente il muscolo nella posizione di massima flessione del braccio e poi prendere due o tre secondi per ri-abbassare il manubrio.



Incrementa sempre se possibile

Il sovraccarico progressivo fornisce costantemente al nostro sistema muscolare (ed in generale al nostro corpo) nuovi stimolo di adattamento sviluppando la nuova crescita. E' un principio darwiniano "dell'uso"...
Tuttavia, così come il corpo si adatta al peso che si solleva, può anche adattarsi a un determinato esercizio, portando ad un "plateau".
Le variazioni di programma di allenamento sono infinite, ma è opportuno attenersi a un esercizio specifico per un certo periodo di tempo. Esistono i personal trainer anche per questo...cioè valutare quando è opportuno cambiare, secondo la loro esperienza e secondo le caratteristiche del cliente che ormai conoscono da almeno qualche settimana!
Non provare un esercizio o uno stimolo allenante per due settimane, per poi cambiare all'improvviso: è inutile e può anche essere dannoso per la salute delle fibre muscolari.
Consiglio pratico: Una variante che uso quando i progressi sulla Bench Press sono scarsi è di passare ad un esercizio per i pettorali con  macchine guidate ma con movimento simile (p.es. Chest Press), aggiungendo poi un esercizio con pesi liberi per i tricipiti brachiali  (migliorando la forza dei tricipiti ci saranno sicuri guadagni anche sulla Bench Press).


Concludendo...

Per dare al vostro corpo la migliore opportunità di crescita muscolare avete bisogno di un programma che sia:

  • ad alta intensità 
  • utilizzando carichi sempre progressivi 
  • e con una frequenza allenante variabile.

BUON ALLENAMENTO!


Spazio musica: Cosa ascolto quando mi alleno! - LATO B


Facciamo anche un lato B...degno dei migliori album doppi!!!!!


Apollo 440 - Ain't Talkin 'Bout Dub (Van Halen Rules!!!!)


Police - Synchronicity II


Velvet Revolver - Slither


Jamiroquay - Cosmic girl


Kiss - Love gun


Marc Bolan & T.Rex - Get it on


Megadeth - Moto Psycho


Matallica - Enter sandman


Nine Inch Nails- Dead Souls (The Crow Soundtrack)


The Offspring - Sel esteem



Public Image Ltd - (This is Not a) Love Song


Plan B - Stay Too Long


Red Hot Chili Peppers - Warped


REM - What's The Frequency Kenneth


The Cure - Wrong Number



Tears For Fears - Raoul And The Kings Of Spain


Soundgarden - Burden in my hand


Stone Temple Pilots - Interstate Love Song


Stereophonics - Superman


Van Halen - Why Can't This Be Love



SONO GRADITI COMMENTI E SUGGERIMENTI!

Spazio musica: Cosa ascolto quando mi alleno!

Sono andato "a random" come sempre...quindi non vedeteci un ordine preciso in base ai ritmi ecc.
Soltanto buon ascolto e soprattutto buon allenamento!

(e se qualche cantante incrementerà le vendite, speriamo si ricordi di me!)

Beady Eye - Second Bite of The Apple


Sniff 'n The Tears - Driver's seat 


Alice in Chains - Check My Brain


Andrew WK - Party Hard


Bamboo - Bamboogie (1998)


Black Sabbath - Never Say Die


Bruce Springsteen - Born to Run


Cream - Strange Brew


Daft Punk - Get Lucky (Feat. Nile Rodgers & Pharrell Williams)



The Roots - Don't Say Nuthin'


Robin Thicke feat.Pharrell & T.I. - Blurred Lines (Unrated Version)


Ellie Goulding - Starry Eyed


The Who feat. Elton John - Pinball Wizard  (from TOMMY)


Filter - The Best Things 



Jamiroquai - Starchild


John Cena - Bad Bad Man


Junior Senior - Move Your Feet


Kate Nash - Pumpkin Soup


Kenna - Say Goodbye To Love


Kula Shaker - Knight On The Town



FINE DELLA PRIMA...
SONO GRADITI COMMENTI E SUGGERIMENTI!
"Un viaggio di mille miglia comincia sempre con un primo passo" - Lao Tzu -

NOVITA'

Se volete approfondire tutti gli argomenti sull'utilizzo pù efficace ed efficiente degli integratori, date un'occhiata al mio NUOVO BLOG: integratoriefficienti.blogspot.it