TESTOSTERONE e STEROIDI ANABOLIZZANTI - Pro e contro

Tratto e tradotto da "NUTRITION AND ENHANCED SPORTS PERFORMANCE"

CLICCA QUI  PER SCARICARE L'INTERO PDF IN INGLESE

PREMESSA DOVEROSA: questo NON è un incitamento all'uso di sostanze illecite: gli steroidi come pure gli stimolanti ormonali sintetici, FANNO MALE!  Se qualcuno decide di usarli, semplicemente son cavoli suoi!!!  Riporto semplicemente un articolo scritto dal collega ed appassionato Andrea Spadoni, tratto dal libro sopra, a puro scopo informativo e divulgativo.

Il termine "ergogenico" deriva dal greco Ergon (lavoro) e Gennan (per la produzione).Ergogenico si riferisce a qualsiasi strategia che migliora la capacità di lavoro.Gli individui impegnati nell'allenamento fisico hanno utilizzato ergogenici sportivi al fine di migliorare prestazioni atletiche o potenziare il fisiologico adeguamenti all'allenamento. Williams [1] ha elencato cinque categorie di ergogenici sportivi: (a) aiuti alimentari; 
(b) aiuti farmacologici; 
(c) aiuti fisiologici; 
(d) aiuti psicologici; e
(e) aiuti meccanici o biomeccanici 
In generale gli ergogenici sportivi nutrizionali sono progettati per migliorare la produzione di energia e/o migliorare la composizione corporea (promuovere la crescita muscolare e diminuire il grasso corporeo). Gli integratori alimentari sono stati altamente commercializzati, e la loro utilizzazione è molto diffusa tra gli atleti e non atleti.
E' stimato che il 40- 88% degli atleti consumano integratori sportivi [2], e negli USA più di 3 milioni di persone usano, o hanno usato, questi aiuti ergogenici [3].
Ergogenici sportivi farmacologici sono diversi tipi di prodotti e comprendono farmaci che migliorano le prestazioni atletiche, di solito come ormoni naturalmente presenti nel corpo umano, ma somministrati ad alte dosi. Sebbene questi farmaci possono essere un efficace ergogenico sportivo, il loro uso può anche presentare rischi per la salute. Il doping è l'uso di farmaci di alcune sostanze naturali nel tentativo di migliorare le prestazioni sportive durante le competizioni. Molti organi di governo hanno sviluppato programmi e politiche antidoping.
L'Agenzia Mondiale Anti-Doping (WADA) è stato istituita nel 1999 come agenzia internazionale indipendente che lavora sulla ricerca scientifica, l'istruzione, lo sviluppo delle capacità anti-doping e il monitoraggio dei programmi antidoping di tutto il mondo. L'elenco delle sostanze vietate sostanze con alcuni esempi è presentata nella tabella 3.1 

Nonostante un gran numero di pubblicazioni scientifiche che hanno investigato sugli effetti fisiologici della nutrizione, integratori e sostanze farmacologiche, molti di questi prodotti sono stati utilizzati senza conoscenza degli effetti sul metabolismo umano dovuti dalla loro somministrazione cronica. Prima dell'utilizzo o all'adozione di un qualsiasi aiuto ergogenico, è importante a prendere in considerazione alcune domande su tale sostanza: è efficace? è sicuro? è legale ed etico?

Testosterone e steroidi anabolizzanti
L'uso di testosterone e affini (AS) è un fenomeno molto diffuso tra gli atleti, dilettanti, e per gran parte della popolazione che ha il desiderio di migliorare il loro aspetto. La popolarità degli AS è anche in relazione alla loro potenza di aumento sia della forza che del muscolo. Anche se non è citato in questo capitolo, gli AS sono ampiamente utilizzati nel recupero da lesioni e di processo catabolico.

La produzione fisiologica di testosterone e relativi effetti collaterali di abuso
Il testosterone è prodotto principalmente nelle cellule di Leydig nei testicoli, con una piccola porzione proveniente dalla corteccia surrenale e dalla conversione periferica di androstenedione.
Il testosterone aumenta la massa muscolare, la forza, diminuisce il grasso corporeo, e, soprattutto, consente periodi di allenamento intensivi . 
Una questione importante da affrontare è: è necessario da assumere durante l'allenamento con i pesi per aumentare massa muscolare? 
La letteratura mostra che il testosterone da solo è in grado di aumentare la massa muscolare. Inoltre, tale aumento sembra essere dose-dipendente, rendendo così il suo uso di estrema importanza nel processo di riabilitazione.
Tuttavia, attraverso casi clinici, AS sono stati associati all'aumento di fattori di rischio cardiovascolare per malattia, alterazioni della funzionalità epatica ed ormonale, e a cambiamenti del comportamento per lo più legati ad una maggiore aggressività.

Testosterone e AS combinati con l'allenamento con i pesi
Gli AS sembrano essere una componente vitale per aumentare la massa del muscolo in presenza di allenamento con i pesi. Per esempio, in un intervento in doppio cieco, manipolazioni di livelli di testosterone attraverso ormone rilasciante la gonadotropina (GnRH) una volta ogni 4 settimane durante le 12 settimane di allenamento con i pesi ha provocato una diminuzione nella massa del muscolo nel gruppo trattato con GnRH. Non c'era, però, nessuna differenza nella forza isometrica estensore del ginocchio tra i gruppi. Sorprendentemente, la soppressione del testosterone non è stata correlata con riduzioni dell'espressione dei geni codificanti per i fattori regolatori MyoD e miogenina (una famiglia di fattori di trascrizione correlati alla differenziazione e proliferazione) nell'mRNA,l'insulina come fattore di crescita (IGF-1), miostatina, e recettori degli androgeni (AR) [4]. Così, i miglioramenti sembrano essere dipendenti dalla dose iniziale di AS e il condizionamento iniziale dei partecipanti. 
Ad esempio, giovani sani che ricevono testosterone enantato (300 mg / settimana) per 6 settimane hanno dimostrato consistenti aumenti di forza. Analogamente, una dose di testosterone sovrafisiologici (600 mg / settimana) per 10 settimane negli uomini addestrati ha prodotto un significativo aumento della forza muscolare e l'area della sezione trasversale del quadricipite [5]. 
Un altro dato importante è che l'uso di AS congiuntamente con l'allenamento di resistenza pesante sembra essere associato con modifiche dell'angolo di pennazione muscolare e che quindi i cambiamenti nella pennazione e la lunghezza del fascicolo possono aver contribuito ai guadagni di forza in tali soggetti .
Le tabelle 3.2 e 3.3 presenta i principali risultati presenti in letteratura per quanto riguarda questi aspetti.



L'uso di testosterone in Powerlifter di alto livello
Powerlifters di alto livello che hanno segnalato l'uso di testosterone per diversi anni (100-500 mg/a sett per un periodo di 9+/- anni) presentano un grado di maggiore ipertrofia muscolare [24,25].
Il testosterone induce l'ipertrofia di entrambi le fibre, tipo I tipo II. Tuttavia, vi sono prove che suggeriscono che la più grande differenza nella dimensione delle fibre muscolari tra utilizzatori di steroidi e non si osserva nelle fibre muscolari di tipo lento [24- 26]. Nelle fibre del trapezio degli utilizzatori di steroidi, l'area delle fibre muscolari di tipo I è il 58% più grande rispetto ai non utilizzatori, mentre l'area di fibre muscolari di tipo II è il 33% più grande rispetto ai non utilizzatori [24]. La stessa tendenza si osserva nel vasto laterale e, in generale, le fibre muscolari di tipo I sono più sensibili agli agenti anabolizzanti rispetto alle fibre del tipo II [27]. Da notare che, è stato stabilito che 300mg e 600mg di testosterone accresce le fibre muscolari di tipo I , mentre le fibre muscolari di tipo II si sono ingrandite solo dopo la somministrazione di 600 mg di testosterone [28]

Sintesi proteica e contenuto mionucleare
L’mRNA può raggiungere diversi distretti della cellula: può essere trascritto in proteina muscolare, ma nel caso della miofibra scheletrica esso è vincolato a muoversi all'interno di un volume specifico. Questo è il concetto chiamato "dominio mionucleare" (Myonuclera Domain). A questo proposito, Kadi et al. [30,31] ha dichiarato che una fibra che si allarga oltre il 36% della sua area aumenta anche il numero di mionuclei per mantenere una proporzione adeguata tra mionuclei e citoplasma. D'altra parte, hanno dichiarato che i mionuclei del muscolo non aumentano di numero, a meno che la fibra muscolare scheletrica supera il 26%. In questo modo, un meccanismo mediante il quale il testosterone facilita l'ipertrofia delle fibre muscolari (visto in soggetti che usano anabolizzanti) è quello di promuovere l’accrescimento di mionuclei [6,24]. 
Per illustrare questo, in powerlifters di alto livello, il numero medio di nuclei per sezione trasversale è significativamente più elevata in utilizzatori di steroidi rispetto ai non utilizzatori, e l’accrescimento dei mionuclei è maggiore nelle fibre di tipo I (123%) rispetto al tipo II (114%) [24]. Ciò è in accordo con la grande ipertrofia delle fibre muscolari di tipo I visto in atleti che fanno uso di steroidi.
N.B. Il Myonuclera Domain è un concetto secondo il quale ogni mionucleo può avere un determinato dominio massimo di citoplasma da “gestire”. In quanto le miofibre sono costituite da cellule multinucleate.
http://ciafel.fade.up.pt/aehd/index.php/aehd/article/view/99

Recettore degli androgeni 
Dopo la produzione o l'iniezione, il testosterone o AS agisce nella cella attraverso i loro "leganti", l'androgeno recettore (AR) appunto. AR appartiene ad una superfamiglia di fattori di trascrizione; quando AS lega alla AR, l'AR è traslocata nel nucleo e attiva una serie di steroide elementi sensibili all'interno del nucleo, aumentando i tassi di trascrizione. 
Il grado di espressione AR tra muscoli umani varia notevolmente. Per esempio, l'espressione di AR nei mionuclei nel muscolo trapezio è circa il 60% in più rispetto al vasto laterale [32]. Da notare che gli atleti che usano gli steroidi mostrano una percentuale più elevata di AR nel muscolo trapezio rispetto agli atleti che non usano sterodi. Allo stesso modo, dopo un mese di amministrazione AS, il numero di AR è migliorata, ma ritorna alla livelli basali (omeostasi) dopo 6 mesi [15].

Conclusioni 
Gli AS sono tra i più potenti agenti in grado di aumentare sia la massa muscolare sia la forza. 
Tuttavia, il loro uso può inibire il processo naturale di produzione di testosterone, che è un problema significativo tra gli utenti,specie a dosi elevateLa letteratura su questo argomento ha dimostrato diversi potenziali problemi medici relative a disturbi cerebrali (aggressività, bipolarismo, ecc) e lo sviluppo del cancro della prostata. 
Elevati livelli di testosterone, soprattutto in concomitanza con lo sport, dà all'utente un netto vantaggio. 
La soluzione a questo problema è quello di migliorare le informazioni relative entrambi gli effetti e le conseguenze positive e negative del loro utilizzo.

Le referenze segnalate:
1) Williams M. Beyond training: How athletes enhance performance legally and illegally. Champaign IL: Leisure Press; 1989. p. 214.
2) Silver MD. Use of ergogenic aids by athletes. J Am Acad Orthop Surg 2001;9:61 70.
3) Palmer ME, Haller C, McKinney PE, Klein-Schwartz W, Tschirgi A, Smolinske SC, et al. Adverse events associated with dietary supplements: an observational study. Lancet 2003;361:101 6.
4)Kvorning T, Andersen M, Brixen K, Schjerling P, Suetta C, Madsen K. Suppression of testosterone does not blunt mRNA  expression of myoD, myogenin, IGF, myostatin or androgen receptor post strength training in humans. J Physiol 2007;578:579 93.
5)Bhasin S, Woodhouse L, Casaburi R, Singh AB, Bhasin D, Berman N, et al. Testosterone dose response relationships in healthy young men. Am J Physiol Endocrinol Metab 2001;281: E1172 81.
6) Blazevich AJ, Giorgi A. Effect of testosterone administration and weight training on muscle architecture. Med Sci Sports Exerc 2001;33:1688 93.
7) Woodhouse LJ, Gupta N, Bhasin M, Singh AB, Ross R, Phillips J, et al. Dose-dependent effects of testosterone on regional adipose tissue distribution in healthy young men. J Clin Endocrinol Metab 2004;89:718 26.
8)King DS, Sharp R l, Vukovich MD, Brown GA, Reifenrath TA, Uhl NL, et al. Effect of oral androstenedione on serum testosterone and adaptations to resistance training in young men: a randomized controlled trial. JAMA 1999;281:2020 8.
9) Rogerson S, Weatherby RP, Deakin GB, Meir RA, Coutts RA, Zhou S, et al. The effect of short-term use of testosterone enanthate on muscular strength and power in healthy young men. J Strength Cond Res 2007;21:354 61.
10) Bhasin S, Storer TW, Berman N, Callegari C, Clevenger B, Phillips J, et al. The effects of supraphysiologic doses of testosterone on muscle size and strength in normal men. N Engl J Med 1996;335:1 7.
11)] Sullivan DH, Roberson PK, Johnson LE, Bishara O, Evans WJ, Smith ES, et al. Effects of muscle strength training and testosterone in frail elderly males. Med Sci Sports 2005;37:1664 72.
12) Broeder CE, Quindry J, Brittingham K, Panton L, Thomson J, Appakoundu S, et al. The Andro Project: physiological and hormonalm influences of androstenedione supplementation in men 35 to 65 years old participating in a high-intensity resistance training program. Arch Intern Med 2000;160:3093 104.
13) Lambert CP, Sullivan DH, Freeling AS, Lindquist DM, Evans WJ. Effects of testosterone replacement and/or resistance exercise on the composition of megestrol acetate stimulated weight gain in elderly men: a randomized controlled trial. J Clin Endocrinol Metab 2002;87:2100 6.
14) Ferrando AA, Sheffield-Moore M, Paddon-Jones D, Wolfe RR, Urban RJ. Differential anabolic effects of testosterone and amino acid feeding in older men. J Clin Endocrinol Metab 2003;88:358 62.
15) Ferrando AA, Sheffield-Moore M, Yeckel CW, Gilkison C, Jiang J, Achacosa A, et al. Testosterone administration to older men improves muscle function: molecular and physiological mechanisms. Am J Physiol Endocrinol Metab 2002;282:E601 7.
16] Vonk-Emmelot MH, Verhaar HJ, Pour HR, Aleman A, Lock TM, Bosch JL, et al. Effect of testosterone supplementation on functional mobility, cognition, and other parameters in older men: a randomized controlled trial. JAMA 2008;299:39 52.
17) Snyder PJ, Peachey H, Hannoush P, Berlin JA, Loh L, Lenrow DA, et al. Effect of testosterone treatment on body composition and muscle strength in men over 65 years of age. J Clin Endocrinol Metab 1999;84:2647 53.
18) Sattler F, Bhasin S, He J, Chou CP, Castaneda-Sceppa C, Yarasheski K, et al. Testosterone threshold levels and lean tissue mass targets needed to enhance skeletal muscle strength and function: The HORMA Trial. J Gerontol A Biol Sci Med Sci 2011;66:122 9.
19) Bhasin S, Woodhouse L, Casaburi R, Singh AB, Mac RP, Lee M, et al. Older men are as responsive as young men to the anabolic effects of graded doses of testosterone on the skeletal muscle. J Clin Endocrinol Metab 2005;90:678 88.
20) Sheffield-Moore M, Dillon EL, Casperson SL, Gikinson CR, Paddon-Jones D, Durham WJ, et al. A randomized pilot study of monthly cycled testosterone replacement or continuous testosterone replacement versus placebo in older men. J Clin Endocrinol Metab 2011;96:1831 7.
21) Schroeder ET, Terk M, Sattler FR. Androgen therapy improves muscle mass and strength but not muscle quality: results from two studies. Am J Physiol Endocrinol Metab 2003;285:16 24.
22) Schroeder ET, Singh A, Bhasin S, Storer TW, Azen C, Davidson T, et al. Effects of an oral androgen on muscle and metabolism in older, community-dwelling men. Am J Physiol Endocrinol
Metab 2003;284:120 8.
23) Storer TW, Woodhouse L, Magliano L, Singh AB, Dzekov C, Dzekov J, et al. Changes in muscle mass, muscle strength, and power but not physical function are related to testosterone dose in health older men. J Am Geriatr Soc 2008;56:1991 9.
24) Kadi F, Eriksson A, Holmner S, Thornell LE. Effects of anabolic steroids on the muscle cells of strength-trained athletes. Med Sci Sports 1999;31:1528 34.
25) Kadi F. Adaptation of human skeletal muscle to training and anabolic steroids. Acta Anaesthesiol Scand Suppl 2000;646:1 52.
26) Eriksson A, Kadi F, Malm C, Thornell LE. Skeletal muscle morphology in power-lifters with and without anabolic steroids. Histochem Cell Biol 2005;124:167 75.
27) Hartgens F, Kuipers H, Wijnen JA, Keizer HA. Body composition, cardiovascular risk factors and liver function in long-term androgenic-anabolic steroids using bodybuilders three months after drug withdrawal. Int J Sports Med 1996;17:429 33.
28) Sinha-Hikim I, Artaza J, Woodhouse L, Gonzalez-Cadavid N, Singh AB, Lee MI, et al. Testosterone-induced increase in muscle size in healthy young men is associated with muscle fiber hypertrophy. Am J Physiol Endocrinol Metab 2002;283: E154 64.
29) Ferrando AA, Tipton KD, Doyle D, Phillips SM, Cortiella J, Wolfe RR. Testosterone injection stimulates net protein synthesis but not tissue amino acid transport. Am J Physiol Endocrinol Metab 1998;275:E864 71.
30) Kadi F, Schjerling P, Andersen LL, Charifi N, Madsen JL, Christensen LR, et al. The effects of heavy resistance training and detraining on satellite cells in human skeletal muscles. J Physiol 2004;558:1005 12.
31) Kadi F, Charifi N, Denis C, Lexell J, Andersen JL, Schjerling P, et al. The behaviour of satellite cells in response to exercise: what have we learned from human studies? Pflugers Arch 2005;451:319 27.
32) Kadi F, Bonnerud P, Eriksson A, Thornell LE. The expression of androgen receptors in human neck and limb muscles: effects of training and self-administration of androgenic-anabolic steroids. Histochem Cell Biol 2000;113:25 9.

Nessun commento:

Posta un commento

"Un viaggio di mille miglia comincia sempre con un primo passo" - Lao Tzu -

NOVITA'

Se volete approfondire tutti gli argomenti sull'utilizzo pù efficace ed efficiente degli integratori, date un'occhiata al mio NUOVO BLOG: integratoriefficienti.blogspot.it