CURCUMA e ZENZERO - quali sono i reali effetti benefici per la nostra salute (PRIMA PARTE)

Zenzero e curcuma sono considerate due spezie calde, utilizzate da millenni nella medicina tradizionale orientale ed ayurvedica. 
Lo ZENZERO è un alleato dello stomaco e della digestione, dona freschezza al corpo e alla mente, permettendo di combattere stress e stanchezza. 
La CURCUMA, invece,
è antinfiammatoria e antidolorifica, inoltre pulisce le arterie. 
Ma le loro proprietà, già notevoli se prese singolarmente, diventano eccezionali quando agiscono insieme, in sinergia!

LO ZENZERO: TUTTE LE PROPRIETÀ E I TRUCCHI PER VALORIZZARNE I BENEFICI

Lo zenzero, pianta officinale appartenente alla famiglia delle Zinziberacee, è originario dell'Asia orientale. 
Da Ippocrate a Confucio, fino ai giorni nostri, è stato usato in molte culture del mondo.
Recenti studi hanno individuato nello zenzero uno dei dieci alimenti, dotati dei più alti livelli di attività anti-cancro. Esso, infatti, avrebbe una funzione protettiva contro i tumori in particolare quello del colon retto. 
Inoltre, è in grado di guarire numerosi disturbi comuni.
Nella medicina asiatica, è considerato una spezia "calda", tanto che in Cina, la radice dello zenzero è considerata un efficace tonico Yang, una sorta di "viagra naturale" il quale serve proprio per rafforzare le energie maschili, del fuoco e della vitalità. Secondo la farmacopea cinese è un utile rimedio contro l'affaticamento, l'astenia e l'impotenza.
Oggi è la spezia più coltivata, ma è anche la più studiata. 
Oltre ad essere un cibo afrodisiaco, tra le sue molteplici capacità spiccano quelle di migliorare la digestione, calmare la nausea, alleviare il dolore muscolare e articolare, accelerare la guarigione nelle malattie da raffreddamento e l'influenza. Questo grazie al suo rizoma carnoso che contiene principi attivi quali zingiberene, gingeroli e shogaoli,resine e mucillagini.
Grazie a queste sue proprietà lo zenzero scioglie il muco e libera i bronchi, facilitando così la respirazione. 
A questo scopo, dalla Cina alla Birmania passando per le Filippine si beve una bevanda calda preparata lasciando in infusione per 5-10 minuti delle fettine di zenzero con zucchero di canna. 
Ma non finisce qui: grazie al suo effetto termogenico lo zenzero rilascia nel nostro organismo una sensazione di calore che, in caso di freddo e di brividi, può rivelarsi un ottimo aiuto naturale.
Lo stesso effetto termogenico fa bruciare calorie. 
Ciò lo rende particolarmente adatto a chi vuol dimagrire, purché usato nell’ambito di una dieta equilibrata. 
Favorisce la digestione dei carboidrati e delle proteine ed elimina i gas intestinali.
In cucina si adopera lo zenzero fresco o in polvere per aromatizzare zuppe, pesce, verdure, dolci grazie al suo profumo pungente e al gradevole sapore piccante. È impiegato nella fabbricazione di liquori, sciroppi, birra e può essere gustato anche candito.
Per usufruire degli effetti benefici dello zenzero bisognerebbe assumere una quantità compresa tra i 10 e i 30 grammi al giorno ma per beneficiare delle sue proprietà antinausea e dimagranti, basta semplicemente masticare un pezzettino di radice fresca all'occorrenza più volte al giorno.
Non è mai da utilizzare se si soffre di calcoli biliari dato che stimola la cistifellea.


ZENZERO: 10 STRAORDINARI BENEFICI PER LA SALUTE


Lo zenzero è uno dei rimedi più portentosi che ci offre la natura e può contribuire a migliorare la nostra salute in diversi modi. Per ottenere maggiori benefici sarebbe meglio utilizzare lo zenzero fresco (ovvero la radice) tagliandolo a pezzettini oppure grattuggiandolo. Se però non si ha a disposizione la radice, è sempre possibile optare per le compresse di zenzero che troverete facilmente in farmacia o erboristeria. 
Ecco dieci tra i principali benefici per la salute dello zenzero.

1) Migliorare la digestione
Le proprietà benefiche dello zenzero aiutano a calmare lo stomaco, a rilassare i muscoli gastrointestinali e a prevenire la formazione di gas e di gonfiori. Tutto ciò grazie alle proprietà carminative dello zenzero. Inoltre, lo zenzero viene raccomandato in caso di diarrea dovuta a batteri. 
Se soffrite di nausea o vi capita di avere senso di pesantezza dopo un pasto abbondante, provate a masticare per qualche minuto un pezzettino di radice o preparatevi una bella tisana di zenzero.

2) Prevenire il raffreddore
Nella medicina cinese la radice di zenzero è tradizionalmente utilizzata per pulire il corpo da quegli agenti esterni che provocano raffreddori e influenze. Se avete questi disturbi, una tazza di tè allo zenzero può aiutare a superare la malattia più rapidamente.
Lo zenzero aiuta il sistema immunitario e per questo motivo viene utilizzato per la prevenzione e il trattamento del raffreddore. Lo zenzero è molto utile sia da consumare fresco che da utilizzare per preparare infusi adatti a prevenire ed alleviare il raffreddore e i classici malanni autunnali e invernali.

3) Calmare il mal di gola
Lo zenzero fresco è davvero portentoso in caso di mal di gola. I rimedi della nonna ci insegnano a mangiare un pezzetto di zenzero fresco non appena avvertiamo che la gola inizia a pizzicare. Le proprietà benefiche dello zenzero calmano il mal di gola e se il fastidio è leggero possono contribuire ad alleviarlo del tutto in breve tempo. Lo zenzero è un antidolorifico naturale.

4) Alleviare la nausea
Lo zenzero viene consigliato per alleviare la nausea, soprattutto in caso di lunghi viaggi in nave, auto, autobus o aereo. Chi soffre di chinetosi, infatti, può trovare beneficio dal masticare un pezzetto di zenzero, delle caramelle allo zenzero o nel sorseggiare una tisana a base di questo ingrediente.
Avete diversi modi per utilizzarlo:
i più coraggiosi possono masticare un pezzetto di rizoma fresco;
prendere due pastiglie di zenzero essiccato in polvere prima del viaggio, circa 30 minuti prima;
mettere due gocce di olio essenziale di zenzero in acqua e ber su un fazzoletto e respirare l'aroma durante il viaggio o qualche decina di minuti prima di partire.

5) Ridurre i dolori artritici
Uno studio condotto di recente in Danimarca Copenhagen pubblicato sulla rivista scientifica Arthritis, ha evidenziato che uno specifico estratto di zenzero può risultare più efficace dei medicinali nell'alleviare i dolori artritici: la ricerca, coordinata dal reumatologo Ray Altman, ha evidenziato come una pillola a base di estratto di radice di zenzero possa essere efficace allo stesso livello degli antidolorifici convenzionali.
Gli esperti si sono occupati di esaminare in vitro la risposta delle cellule, sane o affette da artrite, ad alcuni medicinali antinfiammatori, come ibuprofene e cortisone. Sono stati inoltre osservati su di esse gli effetti dell'estratto di zenzero. I risultati sono stati sorprendenti. Dallo studio è emerso come l'ibuprofene, uno dei più comuni farmaci antidolorifici, non abbia alcun effetto sulla produzione di citochine, delle molecole proteiche che possono causare infiammazione nell'organismo e portare alla comparsa del dolore. Sono stati invece identificati come antinfiammatori efficaci sia il cortisone che l'estratto di zenzero. 
E a differenza del cortisone, lo zenzero non ha effetti collaterali: a parità di effetti antinfiammatori, gli esperti hanno sottolineato un importante punto a favore dell’estratto di zenzero rispetto al cortisone. Mentre l’assunzione di estratto di zenzero non presenta effetti collaterali, la somministrazione di cortisone può condurre alla comparsa di conseguenze indesiderate per l’organismo già note, come gonfiore, debolezza muscolare, aritmia cardiaca, pressione alta, ansia e problemi di insonnia.
Lo zenzero è stato utilizzato per migliaia di anni nella medicina ayurvedica in India come un alimento antinfiammatorio naturale. Il Dr Krishna C. Srivastava, ricercatore di fama mondiale sugli effetti terapeutici delle spezie, ha condotto una ricerca approfondita su gli effetti antidolorifici dello zenzero all’Odense University in Danimarca. 
In uno studio, il dottor Srivastava ha somministrato a pazienti artritici piccole quantità di zenzero ogni giorno per tre mesi. Quasi tutte le persone coinvolte hanno avuto significativi miglioramenti nel dolore, gonfiore e rigidità mattutina mangiando zenzero quotidianamente. 
In un altro studio su pazienti affetti da osteoartrite ci sono stati notevoli miglioramenti rispetto al dolore alle ginocchia a seguito della somministrazione di zenzero in dosi giornaliere da 50 a 300 milligrammi per un periodo massimo di 36 settimane.
Lo zenzero ha dimostrato effetti antinfiammatori e antidolorifici sia se mangiato fresco, scaldato oppure consumato in polvere. La quantità utilizzata nello studio del dottor Srivastava è stata di 5 grammi di zenzero fresco o 1 cucchiaino di zenzero in polvere, in dosi divise durante la giornata.
Si tratta di una ulteriore riprova di come la natura sia in grado di offrirci rimedi privi di effetti collaterali per la cura delle più comuni malattie.

6) Combattere il diabete e migliorare il sistema cardiovascolare
Uno studio condotto preso l'Università di Sidney, pubblicato sulla rivista Planta Medica, ha dimostrato che lo zenzero può aiutare a tenere sotto controllo i livelli di zuccheri nel sangue nei pazienti diabetici. 
Secondo i ricercatori, coordinati da Basil Roufogalis, gli estratti di zenzero riescono ad aumentare la quantità di glucosio assorbita dai muscoli indipendentemente dal tasso di insulina nel sangue.
Questo processo, spiega Roufogalis, aiuta nella gestione degli elevati livelli di zucchero nel sangue che creano complicazioni a lungo termine nei pazienti diabetici e potrebbe consentire alle cellule di operare in modo indipendente dall'insulina.
Il farmaco estratto infatti è riuscito, finora soltanto in test di laboratorio, a far crescere il glucosio nei muscoli, una capacità che nei pazienti diabetici è resa difficoltosa dai livelli fuori controllo dell'insulina. Il merito sembrerebbe essere dei gingeroli, ovvero delle molecole che si trovano nel fiore dello zenzero.
Lo zenzero contribuisce anche a ridurre i livelli di colesterolo nel sangue, quindi scongiura eventuali futuri rischi di arteriosclerosi, e rafforza il cuore.

7) Calmare i dolori mestruali
Lo zenzero ha proprietà anti-infiammatorie ed è un antidolorifico naturale. 
Le sue caratteristiche permettono di utilizzarlo per alleviare i dolori mestruali. Preparate delle tisane, usate lo zenzero in polvere come condimento o chiedete in erboristeria dei prodotti a base di zenzero adatti per il vostro problema specifico. 
In caso di disturbi pre-ciclo, provate a prendere un cucchiaino di zenzero fresco grattugiato masticandolo lentamente e poi bevete un bicchiere d'acqua.

8) Alleviare il mal di testa
Lo zenzero potrebbe essere in grado di alleviare il mal di testa, con particolare riferimento all'emicrania, per via della sua capacità di impedire alle prostaglandine di causare dolore ed infiammazione a livello dei vasi sanguigni. In caso di emicrania, il consiglio è di bere una tisana allo zenzero durante gli attacchi, per cercare di alleviare il dolore.

9) Calmare la tosse
Come analgesico e antidolorifico, lo zenzero può essere utilizzato per ridurre la tosse, soprattutto se il sintomo è associato al raffreddore. L'azione riscaldante dello zenzero aiuta ad eliminare il muco dalle vie respiratorie, che potrebbe essere associato alla comparsa della tosse e ad altri fastidi molto comuni, come il raffreddore.

10) Distendere i muscoli
Con lo zenzero potrete preparare un olio da massaggio adatto a distendere i muscoli contratti. Con il succo di zenzero fresco e l'olio di sesamo otterrete un rimedio adatto a massaggiare il corpo, ad esempio dopo gli allenamenti, ma anche utile da applicare in caso di forfora e di caduta dei capelli. 


COME PER ASSORBIRE I BENEFICI EFFETTI ANTIDOLORIFICI DELLO ZENZERO

  • Aggiungere lo zenzero fresco tritato o lo zenzero in polvere nelle zuppe, stufati, fritti (al posto dell’aglio) e altre ricette. Lo zenzero è delizioso in molti piatti sia salati che dolci.
  • Se hai una centrifuga o un estrattore puoi fare dei succhi di zenzero fresco, un concentrato di benessere che si abbina bene con altre verdure e frutta, come carote o mele.
  • Capsule di zenzero: sono un modo semplice di assimilazione per chi è spesso fuori casa. Segui le indicazioni sulla confezione.
  • La tisana di zenzero fresco è un altro ottimo modo per assorbire tutte le proprietà dello zenzero. Tuttavia bisogna far bollire a lungo lo zenzero per far uscire tutti i principi attivi. Infatti è consigliato: prendi una radice di 5-6 centimetri ben lavata e tagliata a pezzettini, aggiungila ad un litro di acqua e fai bollire a fuoco bassa per 45 minuti o un’ora.
  • La tintura di zenzero permette di assorbire facilmente i principi attivi resi disponibili dalla macerazione idroalcolica. Una dose tipica è di 30 gocce tre volte al giorno.
Lo zenzero, come molti altri composti della natura, ha curato l’uomo per migliaia di anni ed è per questo che ha fatto parte dell’alimentazione. La vera cura è prevenzione e solamente adottando delle sane abitudini quotidiane possiamo mantenere e rafforzare il nostro benessere.

ALCUNE RICETTE

Frullato di mela (o un qualsiasi altro frutto) e zenzero 
Questo succo unisce le proprietà antiossidanti della mela a quelle toniche e stimolanti dello zenzero. 
Per prepararlo centrifugate 4 mele rosse con la buccia e un pezzetto di circa 10 centimetri di zenzero fresco tagliato a fettine sottili. 
Mettete in un bicchiere, aggiungendo miele a piacere e due foglie di menta spezzettata. 

Punch (o tè Bancha)
Il tè bancha è un tipo di tè ricco di ferro, calcio e vitamina A ed è quasi completamente privo di caffeina.
Ingredienti: 2 chiodi di garofano, coriandolo, una buccia di limone, un piccolo pezzetto di cannella ed una grattuggiata di zenzero essiccato (o un piccolo pezzetto di zenzero fresco della grandezza di un pollice) direttamente nella tazza con l'acqua bollente.
L'infusione deve durare tra i 3 ed i 5 minuti con la tazza coperta.
Quindi filtrate il liquido e addolcite con del miele.
Non superate queste dosi in quanto tutte e tre queste spezie hanno un carattere molto forte.
Questa tisana presa 3 volte al giorno aiuta a tener lontano mal di gola e raffreddore e per i primi sintomi anche a combatterli!
La consiglio per quando si soffre di problemi di circolazione, mani e piedi freddi e "febbri fredde".

Sciroppo 
Bollite a fuoco lento, per circa 30 minuti, in una tazza di acqua due cucchiaini di zenzero tagliato fresco. Aggiungete 120 gr. di miele e cuocete fin quando diventa sciropposo. Bevetene un cucchiaino o aggiungetelo al tè nero.

Miele aromatizzato efficace per tosse, raffreddore e virus intestinali
È possibile realizzare questo composto anti-influenzale e anti-raffreddamento in anticipo e conservarlo in frigorifero. Io di solito tengo la mia miscela per circa due mesi, e poi ne faccio una nuova.
Ingredienti: 2 limoni biologici (lavati accuratamente), 2 pezzi di zenzero fresco (circa lo spazio massimo tra il pollice e l’indice), miele biologico non pastorizzato (quanto basta per riempire il barattolo di vetro da 500ml) e 4 frutti di anice stellato.
Il limone ha un alto contenuto di vitamina C, che mantiene il sistema immunitario forte e neutralizza i radicali liberi nel vostro corpo. Ricco di sostanze alcalinizzanti e antibatteriche. 
Lo zenzero è un rimedio da prendere sempre per curare le malattie da raffreddamento: drena il corpo dall'accumulo di catarro, favorisce l’espulsione delle tossine. 
Il miele è più efficace di ogni farmaco contro la tosse e mal di gola. Infatti contiene delle potenti sostanze battericide ed antibiotiche. Unito al fatto che rafforza il sistema immunitario, migliora la capacità del corpo di combattere le infezioni e diminuisce il rischio di febbri. La naturale dolcezza del miele bilancia l’asprezza del limone e dello zenzero, dando un piacevole sapore al composto. 
Per un azione specifica sulle vie respiratorie consiglio di scegliere il miele di Eucalipto, per l’influenza il miele di Ulmo, mentre per il sistema immunitario consiglio il Miele di Manuka.
Io ho personalizzato questa ricetta aggiungendo qualche frutto di anice stellato (Illicium verum) che aiuta a contrastare sintomi quali nausea, dolori gastrointestinali e problemi digestivi, oltre ad essere un forte antiinfiammatorio ed antibatterico. Ha inoltre proprietà espettoranti e aiuta a calmare la tosse.   
Preparazione:
  • Tagliare a fette sottili i limoni con la buccia e lo zenzero oppure tritate il tutto con un multimixer.
  • Mettete le fette di limone e zenzero nel barattolo, alternando strati di ciascuno (oppure versate nel barattolo il macinato).
  • Scaldate a bagno maria (a bassa temperatura) il miele per farlo diventare liquido. Lentamente versare il miele nel barattolo. Riempire fino alla fine e fai uscire eventuali bolle d’aria. Infine chiudere bene il barattolo.
  • Il barattolo va conservato in frigorifero. Consiglio di aspetta almeno 3 o 4 giorni prima di utilizzarlo. La buccia del limone contiene pectina, che trasformerà il composto in una gelatina.
  • Quando si ha bisogno di qualcosa di caldo con effetto calmante e rigenerante, mettere 2-3 cucchiaini in una tazza piena di acqua calda (non bollente), anche con i pezzi di zenzero e limone, lasciare in infusione per 3-4 minuti e poi bere lentamente.
  • Si conserva in frigo per più di un mese, ma l'unico motivo per buttarlo dovrebbe essere la comparsa di muffe.
Mi raccomando: il miele può contenere i batteri del botulino, non va quindi somministrato ai  lattanti e in generale ai bambini fino ai 6 mesi.
Se si vuole potenziare ulteriormente questa composizione, consiglio di aggiungere nel miele un paio di cucchiaini da caffè (abbondanti) di CURCUMA.

Olio allo zenzero:
Lo zenzero è una spezia “calda” particolarmente preziosa nel periodo autunnale e invernale anche se, viste le sue proprietà (potete scoprirle qui) andrebbe mangiato tutto l'anno. 
Preparazione: innanzitutto procuratevi una radice di zenzero, togliete la parte esterna e tagliatela a fettine sottili o (se volete che il sapore sia più intenso grattugiatela). 
La quantità che metterete nel barattolo con l’olio extravergine d’oliva (500 ml) varia a seconda che vogliate realizzare un olio dal sapore di zenzero più o meno forte. 
Generalmente si utilizzano 30-40 grammi, ma potete metterne anche meno se temete che il sapore sia troppo caldo e piccante. 
Lasciate macerare lo zenzero insieme all'olio nel barattolo di vetro al buio per una settimana, agitandolo ogni giorno anche più volte. 
A questo punto potete utilizzare l’olio, ed avete due possibilità: filtrarlo prima, oppure lasciare anche i pezzettini di zenzero (soprattutto se l’avete grattugiato) per arricchire i vostri piatti.

Rischio botulino? 
Come tutte le conserve sott'olio anche questa preparazione a base di zenzero potrebbe non essere immune dal rischio botulino. Il modo migliore per scongiurare il rischio è quello di congelare l'olio prima di consumarlo. 
Lo zenzero è una spezia preziosa anche per il benessere di corpo e capelli, insieme all’olio di sesamo infatti si può realizzare un ottimo olio da massaggio anti-tensione per i muscoli del collo e delle spalle, ma anche antiforfora e rinforzante per i capelli.


FONTI E STUDI:

http://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0378874112001900 - Ginger (Zingiber officinale Roscoe) prevents the development of morphine analgesic tolerance and physical dependence in rats
http://pubs.acs.org/doi/abs/10.1021/jf071460f - Ginger and Its Bioactive Component Inhibit Enterotoxigenic Escherichia coli Heat-Labile Enterotoxin-Induced Diarrhea in Mice
http://journals.cambridge.org/action/displayAbstract?fromPage=online&aid=928716 -Anti-diabetic and hypolipidaemic properties of ginger (Zingiber officinale) in streptozotocin-induced diabetic rats
http://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0308814606000677 - The effect of ginger on diabetic nephropathy, plasma antioxidant capacity and lipid peroxidation in rats


Nessun commento:

Posta un commento

"Un viaggio di mille miglia comincia sempre con un primo passo" - Lao Tzu -

NOVITA'

Se volete approfondire tutti gli argomenti sull'utilizzo pù efficace ed efficiente degli integratori, date un'occhiata al mio NUOVO BLOG: integratoriefficienti.blogspot.it