Review: Il Dolore, quando diventa CRONICO

Pensiamo al dolore come a un sintomo, ma ci sono casi in cui il sistema nervoso sviluppa cicli di retroazione e il dolore diventa una malattia terrificante in sé. 
Il dolore diventa patologico quando si “auto mantiene”, perdendo il significato iniziale e diventando a sua volta una malattia (sindrome dolorosa) (Mannion & Woolf, The Clinical Journal of Pain, 2000). 
È "cronico" il dolore associato a profonde modificazioni della personalità e dello stile di vita del paziente che costituiscono fattori di mantenimento indipendenti dall'azione dei nocicettori.

Partendo dalla storia di una ragazza il cui polso slogato è diventato un incubo, Elliot Krane parla del complesso mistero del dolore cronico e analizza i dati, che stiamo appena cominciando a comprendere, relativi a come esso agisca e a come trattarlo.

http://www.ted.com/talks/elliot_krane_the_mystery_of_chronic_pain?source=facebook&language=it#.T2-oun_o1HI.facebook

(Audio e video sono scaricabili)
 

Ci sono articoli che confermerebbero una certa efficacia nella spiegazione ai pazienti dei processi neurocognitivi alla base dell'esperienza dolore. 
Uno dei piú attivi é il fisioterapista Adriaan Louw che riprende i lavori di Moseley e Butler. 
Far conoscere gli aspetti positivi del dolore serve cosí ad evitare paure e "atteggiamenti di fuga e di compensazione" nei movimenti.

Uno studio:

The effect of neuroscience education on pain, disability, anxiety, and stress in chronic musculoskeletal pain.



Nessun commento:

Posta un commento

"Un viaggio di mille miglia comincia sempre con un primo passo" - Lao Tzu -

NOVITA'

Se volete approfondire tutti gli argomenti sull'utilizzo pù efficace ed efficiente degli integratori, date un'occhiata al mio NUOVO BLOG: integratoriefficienti.blogspot.it