Perchè non si può far a meno di un PERSONAL TRAINER

"I dilettanti sperano. I professionisti lavorano." (Garson Kanin, attore e regista statunitense)

L’errore più comune che si commette una volta iscritti in palestra è quello di credere di poter programmare autonomamente la propria scheda di allenamento. 

Scegliere sin da subito un Personal Trainer non vuol dire soltanto allenarsi bene ma anche iniziare un percorso di benessere fisico divertendosi: perché l’allenamento non deve essere doloroso o faticoso bensì un piacere da rinnovare periodicamente per ritrovare benessere interiore e forma fisica. 



Il Personal Trainer è un professionista che si occupa di accompagnarci passo dopo passo nell'allenamento, personalizzandolo e individuando quello più adatto alle nostre esigenze.

Contrariamente a come viene presentato dai Media o dall’'immaginario collettivo, il Personal Trainer non è “quello grosso, ignorantello, tatuato, che mangia solo riso e pollo e si intrattiene solo con le belle ragazze della sala pesi”. Questa figura mitologica è stata creata negli anni da false convinzioni e dalla non regolamentazione della professione in albo da parte dello Stato che hanno contribuito all'inflazione della figura professionale e alla nascita di strani soggetti che si aggirano nelle palestre senza nessuna (o ridicola) qualifica spacciandosi appunto come Personal Trainers.

L’errore più comune che si commette una volta iscritti in palestra è quello di credere di poter programmare autonomamente la propria scheda di allenamento. 

“Perché investire denaro sul Personal Trainer quando posso benissimo fare da solo? Tapis roulant, addominali… e pensare che su ogni macchinario in sala pesi, o addirittura in riviste del settore, c’è persino una guida illustrata che mi spiega come eseguire l’esercizio”. 

Soldi risparmiati ma… salute guadagnata? Quel denaro messo da parte, molte volte, finisce proprio per essere investito (se non in misura doppia) per riparare ai danni fisici procurati dal troppo “far da se” in palestra. Naturalmente fin dove il denaro possa porre rimedio a ciò che è stato danneggiato: un danno irreparabile, infatti, è una funzionalità compromessa, o addirittura persa, per sempre e in questo caso a poco e nulla servirà il denaro risparmiato! 
Non sempre, allora, la soluzione più semplice è anche la migliore: spesso è perfino la peggiore. 



Quando scegliamo di iniziare una dieta, per dimagrire o semplicemente per rimetterci in forma, è corretto per la nostra salute che sia il nutrizionista o il dietista qualificato ad individuare e prescrivere il regime alimentare più adatto alle nostre esigenze.
Le cosiddette diete “fai da te”, alla lunga, non possono che recar danni al nostro organismo, talvolta anche irreparabili. Immagino converrete sul punto.

Allo stesso modo è giusto per la nostra salute chiedere la consulenza del Personal Trainer non appena ci si iscrive in palestra: questi, infatti, tenendo conto dei nostri limiti e delle nostre capacità fisiche e motorie, svilupperà per noi il percorso più adatto a raggiungere gli obiettivi desiderati illustrandoci, altresì, come eseguire correttamente gli esercizi e spiegandoci quali sono gli errori da evitare. Sarà nostra premura conseguire gradualmente ognuno dei risultati voluti, con costanza e dedizione, così come accade per una dieta.

Iniziare l’attività motoria con l’ausilio del Personal Trainer ci permetterà di evitare errori comuni o, peggio, traumi anche irreparabili dovuti ad allenamenti sbagliati; con l’aiuto di un professionista impiegheremo al meglio il tempo dedicato all'allenamento guadagnandoci in salute.


Le motivazioni per rivolgersi ad un professionista sono principalmente due:
  1. sicurezza
  2. efficacia.
Che tu sia allenato, sia che tu sia alle prime armi, il primo requisito che ogni allenamento deve rispettare è il fatto di salvaguardare la tua salute. Anzi, l'obiettivo successivo dovrebbe essere di migliorarla, eventualmente.

Il giusto approccio all’attività motoria più adatta alle nostre esigenze, individuata dal Trainer, si articola in quattro fasi essenziali: 
  1. Il primo passo consisterà in un colloquio con il personal trainer; con domande specifiche potrà capire meglio le nostre esigenze e scegliere assieme gli obiettivi da raggiungere.
  2. Seguirà  una valutazione posturale, utile a capire se ci sono “errori” nella nostra postura che andrebbero preventivamente corretti.
  3. Una serie di misurazioni mirate (quali plicometria, impedenziometria, circonferenze, test di forza, flessibilità e test aerobico) servirà, poi, ad acquisire un quadro completo delle nostre condizioni fisiche permettendoci di individuare gli obiettivi da raggiungere; definire, quindi, un punto di partenza e un punto d’arrivo.
  4. Individuati quelli che sono i nostri limiti, le nostre capacità e gli obbiettivi da raggiungere, il Personal Trainer svilupperà il tipo di allenamento più adatto alle nostre esigenze, accompagnandoci passo dopo passo durante tutto l’allenamento.

Così facendo sai quindi che tutti gli esercizi che eseguirai rispetteranno  la tua fisiologia, le tue caratteristiche e proprio questa personalizzazione del servizio offerto, ti garantirà il raggiungimento del tuo obiettivo.

Un altro fattore assolutamente importante è l'efficacia, ossia il fatto di arrivare effettivamente alla tua meta. Ciò che ovviamente ti interessa è che il tempo e i soldi spesi in palestra non siano sprecati. Giustamente ti aspetti dei risultati concreti e visibili in tempi ragionevoli. Questo è fattibile solo se un professionista ti segue passo dopo passo, ascoltandoti, supportandoti e sostenendoti fino al traguardo.

Scegliere sin da subito un Personal Trainer non vuol dire soltanto allenarsi bene ma anche iniziare un percorso di benessere fisico divertendosi: perché l’allenamento non deve essere doloroso o faticoso bensì un piacere da rinnovare periodicamente per ritrovare benessere interiore e forma fisica. 

Qualche utile consiglio…

1) Prima di entrare in palestra cercate di reperire il maggior numero di informazioni possibile (internet è già una buona fonte) in modo da non farvi “fregare” dalle chiacchiere del “venditore”.

2) Quando entrate in uno studio, in un centro benessere o in una palestra, siccome siete Voi clienti i datori di lavoro che mettete il Vostro corpo (e indirettamente la salute) nelle mani di qualcuno, chiedete SEMPRE a che titolo la persona che vi segue esercita la professione.

3) Un bravo professionista non improvviserà e non lascerà nulla al caso, ma saprà eseguire una corretta  anamnesi di partenza, utilizzerà strumenti di valutazione e misurazione, spiegherà con quali mezzi, con quali tecniche e in che tempistiche si potrà raggiungere il traguardo in salute e con piena soddisfazione.

4) Il Personal Trainer può essere non solo un coach, ma anche un educatore, un confidente. Da lui potrai trovare tutta l’energia che ti serve per allenarti e per raggiungere i tuoi obiettivi.
Pianificare appuntamenti regolari  con un PT ti aiuta ad eliminare ogni scusa per non allenarti.

5) Il Personal Trainer sarà un punto di riferimento ed un “appoggio” morale per ogni dubbio, perplessità o problema e saprà collaborare con altri professionisti (medici, dietologi, ortopedici, ecc…) al fine sempre di tutelare al meglio il cliente.

6) Dimenticate le esperienze fatte fino ad ora in sala pesi che, nel 90-95% dei casi portano a non frequentare più la palestra e un gran senso di delusione e frustrazione per aver mancato l’obiettivo. Un percorso con il Personal Trainer è un inizio verso la vitalità, il benessere, l’autostima e la consapevolezza che se si vuole, si può!

7) È una regola di comportamento saggia diffidare di chi applica tariffe troppo basse e chiedere motivazioni concrete a chi ne applica di troppo alte.

8) Non fatevi illudere o impressionare da mille promesse, diffidate da chi parla male dei colleghi o avvalora eccessivamente le proprie qualità senza fornire dati concreti (esperienze professionali, curriculum ecc.).

9) Tralasciando la bravura tecnica che, sta alla base per arrivare alla realizzazione di un obiettivo, io credo che l'importanza di un PT, per chi ha davvero un obiettivo da perseguire, è fondamentale per il raggiungimento dello stesso e, se fate bene i conti vi accorgerete anche che ci sarà un vantaggio economico perchè il tempo è denaro. E raggiungere un obiettivo in minor tempo è un vantaggio.
Il Personal Trainer è una scelta che paga.

10) Assicuratevi che il PT abbia un’ Assicurazione RC professionale.


Nessun commento:

Posta un commento

"Un viaggio di mille miglia comincia sempre con un primo passo" - Lao Tzu -

NOVITA'

Se volete approfondire tutti gli argomenti sull'utilizzo pù efficace ed efficiente degli integratori, date un'occhiata al mio NUOVO BLOG: integratoriefficienti.blogspot.it